L’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha di recente pubblicato un avviso attraverso il quale ha reso note alcune importanti novità. Ecco di cosa si tratta.

A causa dell’emergenza Covid il governo ha deciso di adottare una serie di misure restrittive al fine di contrastare la diffusione del virus. Una situazione che ha registrato un notevole impatto non solo dal punto di vista sociale, ma anche economico, con molte famiglie che si ritrovano a dover affrontare un momento di crisi. Oltre alle varie difficoltà conseguenti l’emergenza Covid, bisogna fare continuamente i conti con le varie scadenze da rispettare. A partire dalle utenze, fino ad arrivare alle spese di gestione della propria attività, infatti, sono tante le cose a cui dover prestare attenzione.

Tra queste si annovera senz’ombra di dubbio l’autoliquidazione Inail. Quest’ultima, ricordiamo, si presenta come un insieme di adempimenti da svolgere ogni anno e che vede i datori di lavoro dover comunicare all’Istituto le retribuzioni erogate ai lavoratori assicurati durante l’anno. Ebbene, proprio a proposito dell’Inail bisogna sapere che a partire dal prossimo 28 febbraio bisognerà fare i conti con un’importante novità. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo di cosa si tratta.

LEGGI ANCHE >>> Conto corrente in rosso, occhio alle novità: scenario da incubo

LEGGI ANCHE >>> Busta verde in arrivo per multe e tasse non pagate: come fare il ricorso

Inail 2021, attenti alle novità: dal 28 febbraio cambia la modalità di accesso ai servizi

Grazie ad un avviso del 10 febbraio 2021, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro ha annunciato che a partire dal prossimo 28 febbraio non rilascerà più credenziali ai propri utenti. Coloro che sono già in possesso di tali dati, purché “non appartenenti alle categorie per le quali è già stato previsto l’obbligo di accesso esclusivo tramite Spid, Cie e Cns“, potranno continuare ad utilizzare le credenziali, almeno fino al 30 settembre 2021. In vista di questa data, infatti, dovrebbero essere fornite nuove disposizioni.

Diversa, invece, la situazione per gli utenti registrati nel profilo Amministrazioni statali in gestione per conto dello Stato, che a partire dal 1° marzo 2021 potranno accedere ai servizi on line solamente tramite SPID, CIE e CNS. Questo vale sia nel caso in cui si richieda per la prima volta l’abilitazione sia che si possiedano già le credenziali Inail. Importanti novità, quelle introdotte dall’istituto, grazie alle quali s’intende velocizzare l’accesso ai vari servizi offerti.