I bonifici della indennità di disoccupazione Naspi, sono partiti e fino al 15 febbraio dovrebbe arrivare a tutti, altrimenti?

Naspi febbraio 2021, cosa fare se non arriva entro il 15?
Naspi (Fonte foto: web)

I bonifici per l’indennità di disoccupazione Naspi, per quanto riguarda febbraio 2021, sono iniziati oggi e sono attesi anche per i prossimi giorni. Di Regione in Regione, varia poi il pagamento, che non sarà uguale per tutti. Per quanto riguarda i tempi d’attesa, dovrebbero arrivare a tutti entro il 15 febbraio.

Il pagamento della Naspi, con accredito su conto corrente riguarda il mese di gennaio e arriva a febbraio 2021. Il pagamento come detto, inizierà oggi, il 10 febbraio, ma generalmente non oltrepassa la metà del mese. Andiamo a capire quali sono le date oltre le quali dovremmo preoccuparci.

Ci sono alcune regioni, in cui il pagamento è stato avviato dall’8 febbraio, con un po’ di anticipo, ma in linea generale, oggi iniziano i primi accrediti per tutti. Per sapere con precisione quando arriverà la Naspi è possibile consultare nella propria aria riservata del sito INPS, la data effettiva di pagamento.

Leggi anche>>> Naspi e Assegni familiari: ecco quando si parla di conciliabilità

Leggi anche>>> Pensione anticipata grazie ai contributi figurativi: cosa sono

Pagamento Naspi entro il 15 febbraio, altrimenti come comportarsi

Basta essere in possesso di regolari credenziali SPID, CIE o CNS, per poi consultare la dicitura di pagamento in corso, per conoscere quella che dovrebbe essere la data di pagamento personale. E come comportarsi, nella remota possibilità che questa non arrivi per tempo?

Possiamo inviare un sollecito all’INPS, alla voce INPS Risponde, indicando il numero di pratica NASPI. Generalmente, la risposta arriva realmente in breve tempo. È possibile telefonare anche al Contact Center al numero 803 164 dal numero fisso, oppure da mobile al numero 06 164 164.

Infine, per non perdersi la tracciabilità di tutti i pagamenti Naspi, il consiglio è di scaricare l’app, My INPS con un sistema che consente di controllare tutti i particolari, con dei semplici tap sullo smartphone. Tra l’altro l’app, dà la possibilità di inoltrare anche sms all’INPS per le pratiche in atto.