Il Gratta e Vinci è solo divertimento? Il test per scoprire se sei dipendente dal gioco

La diffusione del gioco d’azzardo nel nostro Paese è in continuo aumento, con molte persone che si ritrovano a dover fare i conti con una vera e propria dipendenza.

Gratta e Vinci
Gratta e Vinci (Fonte foto: web)

 

A partire dalle scommesse sportive, passando per le slot, fino ad arrivare ai gratta e vinci e ai giochi online, sono davvero tanti i tipi di gioco che ogni giorno finiscono per attirare l’attenzione di un gran numero di persone. La speranza di poter vincere tanti soldi con un semplice gioco, infatti, ammalia da sempre in molti. Dietro a quello che può essere considerato da alcuni un momento di svago, però, si nascondono spesso dei pericoli.

Se da un lato giocare una volta ogni tanto non ha mai fatto male a nessuno, dall’altro canto c’è chi finisce per trasformare questi giochi in una sorta di ossessione, tanto da finire per dover fare i conti con una vera e propria dipendenza che prende il nome di ludopatia. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo quali sono i sintomi di questa malattia e le tipologie di giocatore. Ma non solo, vi proporremo anche un test di autovalutazione, grazie al quale potrete scoprire se avete o meno un problema di gioco compulsivo.

LEGGI ANCHE >>> Vince 2 milioni al Superenalotto: i 10 consigli per non perdere la testa

LEGGI ANCHE >>> Giochi con maggiori probabilità di vincita: la verità scomoda

Ludopatia, attenti ai sintomi: ecco quali sono

Casinò
Foto di meineresterampe da Pixabay

Come già detto, in alcuni casi il gioco d’azzardo finisce per diventare una vera e propria dipendenza che prende il nome di ludopatia. Quest’ultima si presenta come una forma di ossessione, che si trasforma appunto in una patologia. Al fine di poter capire se una persona è affetta o meno da questa dipendenza, è possibile valutare se presenta quattro o più dei seguenti sintomi nell’arco di un anno:

  • Necessità di giocare sempre più soldi;
  • Facilmente irritabile nel caso in cui debba ridurre o sospendere il gioco;
  • Pensa continuamente al gioco;
  • Gioca quando si ritrova a vivere situazioni di disagio, come ansia e depressione;
  • Difficoltà a smettere di giocare;
  • Dopo aver perso dei soldi ritorna immediatamente a giocare per ritentare la fortuna;
  • Problemi nelle relazioni sociali;
  • Richiesta ad amici e parenti di denaro per cercare di risolvere alcuni problemi finanziari che si rivelano essere una conseguenza gioco d’azzardo.

Gioco d’azzardo: le tipologie di giocatore

Una volta visti i sintomi della ludopatia, bisogna sapere che è possibile distinguere ben 5 tipologie di giocatori d’azzardo. Abbiamo, infatti, i giocatori:

  • Professionisti. Considerano il gioco una professione e non sono dipendenti, in quanto riescono a mantenere il controllo della situazione.
  • Sociali occasionali. Decidono di giocare per divertimento e socializzare, senza tuttavia arrecare problemi sul posto del lavoro o con la famiglia.
  • Per fuga e per alleviamento. Ovvero coloro che decidono di giocare quando si ritrovano a vivere situazioni particolarmente difficili, quali ad esempio rabbia, oppure solitudine o depressione.
  • Antisociali. Utilizzano il gioco d’azzardo per ottenere soldi in modo illegale, attraverso ad esempio dadi truccati o corse truccate.
  • Compulsivi. Si tratta dei giocatori che hanno maturato una vera e propria dipendenza dal gioco, tanto da farla diventare una patologia.

Il test per scoprire se sei dipendente dal gioco

Dopo aver visto quali sono i sintomi di questa patologia e le tipologie di giocatore, ecco di seguito un test di autovalutazione per scoprire se sei dipendente dal gioco. Secondo l’associazione Gamblers Anonymous, in caso di risposta affermativa ad almeno sette di questi quesiti, molto probabilmente potresti trovarti di fronte ad un problema con il gioco d’azzardo.

  • Hai mai sottratto tempo al lavoro o alla scuola a causa del gioco?
  • Il gioco ha mai reso la tua vita familiare infelice?
  • Il gioco d’azzardo ha rovinato la tua reputazione?
  • Hai mai sentito rimorso dopo aver giocato d’azzardo?
  • Hai mai giocato per guadagnare denaro con cui pagare debiti o risolvere difficoltà finanziarie?
  • Il gioco d’azzardo ha causato un calo nella tua ambizione o efficienza?
  • Dopo aver perso senti di dover tornare il più presto possibile e recuperare le perdite?
  • Dopo una vittoria senti una forte voglia di tornare e vincere di più?
  • Hai scommesso spesso fino a quando sei rimasto senza soldi?
  • Hai mai chiesto prestiti per finanziare il gioco d’azzardo?
  • Hai mai venduto qualcosa per finanziare il gioco d’azzardo?
  • Eri riluttante ad usare il “denaro di gioco” per le normali spese?
  • Il gioco d’azzardo ti fa diventare incurante del benessere di te stesso o della tua famiglia?
  • Hai mai giocato più a lungo di quanto avevi previsto?
  • Hai mai giocato per sfuggire alle preoccupazioni o ai problemi?
  • Hai mai commesso, o pensato di commettere un atto illegale per finanziare il gioco?
  • Il gioco ti ha mai portato ad avere difficoltà a dormire?
  • Le discussioni, le delusioni o le frustrazioni creano in te il bisogno di giocare?
  • Hai mai avuto il bisogno di celebrare un evento positivo con qualche ora di gioco?
  • Hai mai pensato di suicidarti come conseguenza del gioco?

Se la prevalenza delle risposte è un sì, allora ti consigliamo di rivolgerti ad uno specialista in psichiatria e in particolare in ludopatia, in tutta Italia esistono ormai molti centri che si dedicano ai giocatori patologici e ammettere di avere un problema non è un disonore, anzi, può evitare di distruggere le relazioni sociali e nei casi limite, può evitare anche il carcere.