Perché i lavoratori in CIG non possono allontanarsi dal proprio Comune

L’INPS ha recentemente chiarito il tema relativo al divieto di allontanamento, per i lavoratori in cassa integrazione, dal proprio Comune. Di cosa si tratta.

Cassa integrazione Covid-19: ecco la novità per le aziende
Un lavoratore (Fonte foto: web)

L’INPS, con messaggio n. 304 del 25 gennaio 2021, ha risposto con alcuni chiarimenti relativi al divieto di allontanamento dal proprio Comune per i lavoratori in CIG Covid 19.

Non riguarda tutti i lavoratori in CIG, ma solo per chi opera in Veneto, Lombardia e Emilia Romagna.

L’INPS, in particolare, ha chiarito le istruzioni relative alla presentazione della domanda, con causale “COVID 19 – Obbligo permanenza domiciliare”, per CIGO, ASO, CIGD e CISOA.

Questa comunicazione fa riferimento ai lavoratori in Cassa Integrazione che hanno sospeso l’attività lavorativa in quanto impossibilitati a raggiungere il luogo di lavoro a causa della pandemia da Coronavirus.

La domanda deve essere presentata dal datore di lavoro a cui deve essere allegata anche un’autocertificazione, ex Legge n. 445 del D.P.R. 28 dicembre 2000, art. 445.

La domanda, per ASO, CIGO e CIGD, può essere presentata per i periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 30 aprile 2020, per un massimo di quattro settimane.

Per i CISOA, invece, la domanda può essere presentata solo per venti giorni.

La domanda è ammessa solo per i lavoratori che non rientrano nelle altre tutele previste dalla normativa in emergenza Covid.

LEGGI ANCHE >>> Scoperto furbetto del cashback: l’assurdo trucco al distributore di benzina

LEGGI ANCHE >>> Reddito di Cittadinanza: denunciate 78 persone, anche pregiudicati mafiosi

Cassa integrazione: come si presenta la domanda

Come abbiamo precedentemente detto alla domanda deve essere allegata un’autocertificazione del datore di lavoro, con cui dichiara che i lavoratori inseriti nella domanda non hanno prestato attività lavorativa, in conseguenza ai provvedimenti restrittivi emanati dal Governo.

E’ necessario che il datore di lavoro indichi gli estremi dei provvedimenti normativi.

All’interno del messaggio INPSè contenuto il modulo dell’autocertificazione e dovrà essere allegato in formato “PDF” alla domanda.

L’INPS, inoltre, al fine di gestire tutte le varie prestazioni, ha creato nuovi codici evento:

a) codice evento 62 per CIGO;

b) codice evento 35 per FIS;

c) codice evento 33197 per Deroga;

d) codice evento 14 per CISOA.