La Guardia di Finanza siciliana ha scoperto 47 indebiti percettori di reddito di cittadinanza, che hanno frodato lo Stato per ben 461mila euro

RAGUSA –  La guardia di finanza ha scoperto nel Ragusano 47 persone che beneficiavano indebitamente della misura del reddito di cittadinanza: 46 sono stati denunciati alla procura e segnalati all’Inps, uno è stato segnalato solo all’istituto previdenziale.

I finanzieri hanno fatto controlli sulla situazione economica di ben 154 famiglie che avevano presentato la domanda per accedere al beneficio e hanno scoperto l’indebita percezione da parte di 47 di queste, per 461mila euro.

Dodici di loro sarebbero addirittura abituali giocatori sulle piattaforme di gioco online, arrivando a scommettere addirittura centinaia di migliaia di euro.

LEGGI ANCHE >>> I percettori di reddito di cittadinanza possono fruire anche di altri bonus?

LEGGI ANCHE >>> Vince 2 milioni di euro ma prende lo stesso il reddito di cittadinanza

Scoperti 47 furbetti del reddito di cittadinanza in Sicilia, a Ragusa

Uno dei denunciati, che ha percepito tra aprile 2019 e novembre 2020  circa 22mila euro, è risultato aver realizzato nello stesso periodo vincite al gioco per circa 400mila euro.

La Guardia di Finanza a Pozzallo, ha individuato una famiglia in cui tutti i componenti risultavano giocatori abituali su piattaforme digitali, arrivando ad accumulare sui propri conti di gioco più di 140mila euro, senza averne mai dato comunicazione all’Inps.

Undici persone avevano omesso di comunicare all’Istituto di Previdenza il possesso di beni immobili di valore nettamente superiore al limite massimo previsto dalla normativa vigente per accedere al reddito di cittadinanza, mentre altre 4 hanno acquistato veicoli e motoveicoli di cilindrata superiore ai limiti consentiti per ricevere il reddito.