Il decreto ministeriale del 9 gennaio 2021 ha approvato le misure per l’assunzione di più di 3400 persone all’interno delle Forze dell’Ordine.

polizia concorso

Con decreto ministeriale del 28 dicembre scorso, pubblicato su Gazzetta Ufficiale il 9 gennaio 2020, è stato dato il via libera all’assunzione di oltre 3400 persone nei diversi Corpi delle Forze dell’Ordine e di Polizia.

Le assunzioni saranno distribuite nel periodo che va dal 2021 al 2021 e saranno così spartite nei Corpi delle Forze di Sicurezza:

  1. i posti nella Polizia di Stato sono 939;
  2. per la Polizia Penitenziaria i posti sono 513;
  3. 383 nei Vigili del Fuoco;
  4. 1045 posti per entrare nei Carabinieri;
  5. 552 nella Guardia di Finanza.

Oltre ad essere considerato una delle tante categorie di lavoro dei “posti fissi” si tratta di lavori molto attratenti per molti giovani perché offrono una reale possibilità di lavoro in un settore particolarmente importante.

Sotto il profilo econominico chi entra a far parte delle Forze di sicurezza gode di un ottimo stipendio, sempre garantito.

Infatti, se guardiamo gli stipendi delle Forze dell’ordine noteremo che per iCarabinieri lo stipendio si aggira intorno alle 1300 euro mensili, per la Guardia di Finanza 1300 euro, per la Polizia di Stato 1400 euro mensili mentre per i Vigili del Fuoco si aggira intorno ai 1350 euro mensili.

Concorso Polizia di Stato: aumentano le partecipazioni

Dalle statistiche si evince che sempre più giovani provano il concorso in questi settori della pubblica sicurezza. Negli ultimi 10 anni la media annuale di quelli che hanno fatto il test d’ingresso è stata:

  1. per il Concorso Allievi in Finanza 35.000 persone;
  2. Allievi Carabinieri 43.000 persone;
  3. Polizia di Stato 36.000;
  4. Marescialli Carabinieri 14.000;
  5. Marescialli Guardia di Finanza 12.000.

I numeri mettono in evidenza di come siano posti molto ambiti, proprio perché sono quei pochi lavori che danno sicurezza di stabilità.