Sulla rete li vendono a 15 euro. Eppure non è solo nostalgia: anche gli stilisti ritoccano la vecchia modo e la proiettano per l’inverno 2021.

Pantaloni a Zampa
Foto: Web

“Pantaloni a zampa, la giacca della Standa”. All’epoca, fine anni Novanta, le parole del rapper Piotta sembravano volutamente a metà fra il nostalgico e l’anacronistico. Perché il primo dei due capi d’abbigliamento citati rappresentava una gloria di almeno un ventennio prima; il secondo, una citazione di una storica catena di grandi magazzini, da poco uscita dalla Borsa e ormai sul viale del tramonto. Niente di più immediato in realtà. La canzone funzionò eccome e il citato passaggio diventò uno dei più iconici.

Del resto, quella sindrome dell’età d’oro che accompagna l’uomo non è solo protagonista di un bel film come Midnight in Paris. Chi più chi meno, la classica “botta” di nostalgia prima o poi la vive. Considerando i ricordi di infanzia e di adolescenza come il più classico dei “quando c’era…”.

LEGGI ANCHE >>> Lo spettro della patrimoniale sui conti correnti: pagheremo noi l’emergenza Covid?

LEGGI ANCHE >>> Acquisti online, occhio alla fregatura: in questi casi si rischia la truffa

A volte ritornano: i pantaloni a zampa spopolano su Amazon ma guai a dire demodé

Niente di strano, quindi, che su Amazon circolino capi di abbigliamento richiamanti mode del passato. E a prezzi più che abbordabili. Il che potrebbe in qualche modo contribuire a riportarle a galla, facendole apprezzare anche alle nuove generazioni. I pantaloni a zampa, in vendita a 15 euro, sono il caso limite: il giusto mix fra restyling e innovazione, fra rievocazione e nuovi trend.

Non è solo questione di nostalgia. Se da un lato, infatti, i pantaloni a zampa richiamano fasti di un romantico passato fatto di musica e moda quasi come sinonimi (come non ricordare l’iconica passeggiata in Abbey Road, con George Harrison che sfoggia un completo azzurro con pantaloni scampanati?), non manca il tocco di modernità. Sono gli stessi stilisti infatti, a cominciare da nomi altisonanti come Gucci e Celine, ad aver riadattato il vecchio al nuovo.

Accorgimenti che hanno funzionato anche nel mercato outlet. Ed ecco che, qualora arrivi la suddetta “botta” di nostalgia, l’occasione giusta potrebbe presentarsi senza timore di apparire demodé. Merito anche dei prezzi naturalmente.