Importanti novità in arrivo per milioni di italiani, preoccupati all’idea di dover fare i conti con l’invio delle cartelle esattoriali congelate in questi mesi. Il Decreto Ristori quinquies, infatti, potrebbe al più presto venire in loro aiuto.

Pensione
Foto di Steve Buissinne da Pixabay

In seguito all’emergenza Covid il governo ha adottato una serie di misure volte a contrastare la diffusione del virus. Restrizioni che hanno comportato un notevole impatto non solo dal punto di vista sociale, ma anche economico, con alcuni settori maggiormente colpiti di altri. Se tutto questo non bastasse, è terminato lo scorso 31 dicembre il periodo di sospensione delle cartelle.

Quest’ultimo è stato previsto al fine di venire in contro alle esigenze dei soggetti che si ritrovano a vivere dei momenti di difficoltà in seguito all’impatto negativo del Covid. In base agli ultimi dati, inoltre, si prevede una vera e propria pioggia di accertamenti. Numerose famiglie italiane, pertanto, potrebbero dover fare i conti, nel breve periodo, con i loro debiti con il Fisco. Proprio in questo contesto gioca un ruolo importante il Decreto Ristori quinquies che potrebbe venire incontro alle esigenze delle famiglie interessate.

LEGGI ANCHE >>> Busta verde in arrivo per multe e tasse non pagate: come fare il ricorso

LEGGI ANCHE >>> Anche le multe si adeguano alla pandemia: cosa cambia nel 2021

Cartelle esattoriali, nuovo stop grazie al Decreto Ristori quinquies

Truffa delle carte di credito: in questo modo vi portano via i soldi
Fonte foto: Pixabay

Ebbene, dopo la sospensione dello scorso anno delle cartelle esattoriali, per via dell’emergenza Covid, sembra che grazie al Decreto Ristori quinquies si potrebbe fare i conti con un nuovo stop. Al momento non vi sono ancora notizie certe, con il Fisco che sarebbe pertanto al momento legittimato ad inviare tutte le cartelle esattoriali rimaste in sospeso.

Le restrizioni ancora attive, volte a contrastare la diffusione del coronavirus, d’altronde non contribuiscono ad una ripresa dell’economia. Molte famiglie e imprese, pertanto, vedrebbero aggravare la propria situazione in caso di arrivo delle cartelle esattoriali. A tal fine, quindi, il Governo sembrerebbe essere al lavoro per prorogare nuovamente lo stop alle cartelle esattoriali, aiutando in questo modo a dare ancora un po’ di respiro ai soggetti interessati. Non resta quindi che attendere l’eventuale approvazione del Decreto Ristori quinquies che dovrebbe avvenire entro la fine di gennaio, per poi essere mantenuto fino al 28 febbraio.