Basterebbero 12 mesi per spingere la valutazione del Bitcoin, già molto alta, alla bellezza di 90mila dollari

Bitcoin, previsioni da paura: obiettivo 90mila dollari in un anno
Bitcoin (Fonte foto: Pixabay)

La criptovaluta più conosciuta al mondo, sta toccando picchi mai raggiunti, ma non solo: salirà ancora tanto la sua valutazione. Nel 2020, partiva poco sopra i 7.000 dollari, ma già oggi è valutata 28.365,06 dollari.

Il trend in rialzo dovrebbe cessare per un po’, e superata quota 25mila dollari, la correzione potrebbe presentarsi a breve. La quota, solo all’inizio di questo mese, sfiorava i 18.000 dollari e la salita in pochi giorni, è stata impressionante.

Leggi anche>>> Covid, la pandemia abbatte le imprese: i dati horror di Confcommercio

Leggi anche>>> Colpo a contante e prelievi bancomat: preoccupati se hai questa banca

Bitcoin in rialzo: la parola dell’esperto

Dei prezzi del Bitcoin, ha parlato Simon Peters, analista ed anche esperto di criptovalute di eToro: “Un’eventuale correzione – spiega – troverà un primo supporto in area 22.400-22.350 e un secondo sostegno a ridosso dei 21.800 dollari. Pericolosa solo una discesa sotto quest’ultimo livello”.

Entro dicembre 2021, praticamente ad un anno da oggi, comunque, la criptovaluta potrebbe fare la fortuna di chi ne possiede anche pochi ‘pezzi’. Questo perché le previsioni vedono un balzo clamoroso del Bitcoin, che a dicembre prossimo varrebbe circa 90mila dollari. “Gli investitori si stanno rendendo conto che, – fa sapere ancora Peters – nonostante il rapido aumento dei prezzi che ha fatto clamore nel corso di questa settimana, considerare il Bitcoin come un investimento a lungo termine da tenere per mesi se non per anni nel proprio portafoglio, potrebbe esaltarne il vero potenziale, soprattutto nel corso del 2021″.

“Guardando invece al futuro, credo che i 70.000 – 90.000 Dollari potrebbero divenire un obiettivo possibile da raggiungere entro Natale 2021”. L’esperto, spiega così il fenomeno: La domanda del Bitcoin continua infatti a superare l’offerta e gli investitori istituzionali continuano ad acquistare la criptovaluta per proteggersi dall’inflazione: fattori che, insieme, stanno contribuendo a mantenere il prezzo al di sopra dei 20.000 dollari. Se questa tendenza dovesse aumentare nel corso dei prossimi mesi, i prezzi potrebbero essere spinti ancora più in alto“.