La legge 104 riconosce ai portatore di disabilità il diritto ad ottenere il contrassegno disabili e la sosta del veicolo. Che documentazione occorre?

Assistenza disabili legge 104 contrassegno
Fonte: Pixabay

La Legge 104 conferisce il diritto, ai portatori di disabilità, ad ottenere il contrassegno disabili e la sosta del veicolo.

La normativa che regola il contrassegno disabili è l’articolo 381 comma 2 del DPR n. 495/1992 e l’art. 12 del comma del DPR n. 503/1996. La norma spiega che detto contrassegno è l’autorizzazione rilasciata, su richiesta degli interessati, che consente alle persone con capacità di deambulazione ridotta di sostare con il veicolo che le trasporta, in deroga ad alcuni divieti e di beneficiare di una serie di facilitazioni per la circolazione.

Per ottenere il contrassegno disabili e la sosta vicoli è necessario che il richiedente:

a) abbia ridotta o impedita capacità di deambulazione;

b)  sia non vedente.

Il certificato di invalidità non solo deve contenere la patologia invalidante, ma anche la normativa che dà diritto al contrassegno disabili e sosta del veicolo.

LEGGI ANCHE >>> Il sogno del migrante: il supermercato e l’incredibile gesto che lascia senza parole

Legge 104: occhio alla Commissione Medica

La legge 35/2012  prevede chela Commissione Medica, che accerta l’handicap o lo stato invalidante, deve annotare sui verbali la sussistenza dei requisiti da consentire di inoltrare domanda per le agevolazioni.

Se questo passaggio viene fatto direttamente dalla Commissione Medica, consente al richiedente di evitare di sottoporsi ad un ulteriore visita presso l’Ufficio di medicina legale della ASL di appartenente, per il riconoscimento delle agevolazioni.

Una volta verificato che i verbali riportino la giusta annotazione, bisogna presentare domanda al Sindaco del Comune di residenza o uffici preposti al Municipio o Comune di appartenenza.

Alla domanda deve essere allegata una copia del Verbale Legge 104.

E’ importante sottolineare che:

a) deve essere sempre esposto il contrassegno originale;

b) il contrassegno non è vincolato ad un’auto specifica;

b) è personale e non può essere utilizzato senza la presenza dell’interessato;

c) è concesso a prescindere dalla proprietà del veicolo e dalla patente di guida.