I meteorologi annunciano temperature sotto zero e spruzzate di neve. Ma il Natale non sarà bianco.

Neve
Foto di kristamonique da Pixabay

Milano sarà candida. La neve potrebbe arrivare a imbiancare il periodo delle feste, anche se fuori dai giorni chiave. Secondo le previsioni, infatti, l’imbiancata dovrebbe coprire i palazzi meneghini domenica 27 dicembre, quando le temperature scenderanno in picchiata. Quindi niente “Bianco Natal”, ma una spolverata che cadrà subito dopo i tre giorni di Vigilia, Natale e Santo Stefano. Caratterizzati tutti dal freddo ma con meteo diverso: nubi a Natale, sole ma gelo il 26.

Gli aggiornamenti sulle condizioni atmosferiche che caratterizzeranno Milano arrivano dal meteorologo Andrea Colombo, interpellato da MilanoToday: “La traiettoria della perturbazione, unita alle temperature previste, è ad oggi favorevole a neve fino in pianura sul nord-ovest italiano, fino a comprendere la Lombardia occidentale e la città di Milano“.

Meteo, neve dopo Natale: Milano si prepara all’imbiancata e non solo…

In pratica, nei sei giorni rimasti sarà necessariauna doverosa cautela, i margini di incertezza ci sono e non sono trascurabili; influenzeranno soprattutto la stima degli accumuli nevosi, per loro natura difficoltosi sul capoluogo lombardo“. A ogni modo, l’attesa è di almeno 20 centimetri di neve. Non certo poco. Inoltre, nonostante dovrebbe arrivare in serata, la nevicata potrebbe prolungarsi fino a tutta la mezza giornata successiva. Un giorno comunque non di lockdown ma nemmeno di libera uscita, visto che si tratterà di fascia arancione.

Precipitazioni anche nei giorni successivi, mix di acqua e neve fino al 30 dicembre. Il tempo ce n’è per prepararsi ma, comunque, la combinazione spaventa sempre. “La stasi anticiclonica – spiega ancora il meteorologa a MT – di questi ultimi giorni sta per essere letteralmente stravolta da un impulso di aria artica marittima in discesa dal Mare del Nord che attraverserà l’Italia tra le giornate di Natale e Santo Stefano. Come sempre accade quando correnti piuttosto fredde entrano nel Mediterraneo, il contrasto termico con le miti acque del nostro bacino svilupperà un vortice di bassa pressione che porterà maltempo con piogge, temporali e nevicate che date le temperature in netto calo potranno cadere fino a bassa quota”.