Si possono risparmiare molti soldi cambiando conto corrente, mutuo e/o polizza ma cadere in un grave errore è un attimo e potrebbe davvero costarvi caro. Quale?

Famiglie, attenzione: la pandemia ha arrestato i prestiti
Fonte foto: (Web)

L’evoluzione tecnologica negli ultimi tempi, ma specie in questo periodo di pandemia che ci ha costretti ad utilizzare sempre di più la tecnologia, ha portato sempre più a sviluppare servizi finanziari online, basta pensare al costante aumento delle banche che operano online.

Una banca che opera online ha dei grandi vantaggi rispetto a quelle sul territorio in quanto abbatte totalmente i costi, lo stesso vale anche i servizi web delle compagnie assicurative.

Proprio perché c’è una riduzione dei costi è bene verificare anche quelle spese che non controlliamo mai: le condizioni commissionali, perché non controllare quanto potremmo risparmiare cambiando prodotto, è un grave errore.

LEGGI ANCHE >>> Incubo cartelle esattoriali, ecco gli strumenti per fare la ‘pace’ col Fisco

Conto corrente, mutuo e polizza: quanto si può risparmiare

Non controllare le condizioni commissionali è un grave errore perché non ci consente di verificare quanto stiamo spendendo e quanto spenderemmo se andassimo da altri competitor.

Con un’adeguata verifica delle condiziono commissionali si possono risparmiare annualmente centinaia di euro: ecco perché è importante sostituire il contratto di conto corrente, di mutuo e di polizza con quelli più conveniente sul mercato.

Oggi cambiare banca, conto corrente, polizza auto, mutuo è molto più semplice vista anche la quantità di scelta degli istituti di credito e finanziari.

Attualmente, esistono piattaforme che ci aiutano a confrontare i costi dei prodotti e, con un accurata analisi, si può scoprire quanto si può risparmiare cambiando conto, polizza o facendo la surroga del mutuo.

In sostanza, se le condizioni  commissionali sono favorevoli si sostituisce il servizio in modo molto semplice e veloce, grazie alle procedure semplificate utilizzare per cambiare e passare da una società a un’altra.