Clima teso a L’Aria che tira tra un imprenditore e il conduttore: tema la patrimoniale e gli interessi del Governo a non inserirla.

Gianluigi Cimmino

Gianluigi Cimmino, noto imprenditore partenopeo, amministratore delegato di Carpisa e Yamamay, ha alzato i toni del confronto, in diretta presso la trasmissione tv “L’aria che tira”. Interrogato in merito alla possibilità che possa esserci una patrimoniale, va su tutte le furie.

Uno scenario impossibile secondo l’imprenditore, che con toni coloriti si rivolge al conduttore Francesco Magnani, uno scenario impensabile se si considera il tratto ideologico di questo Governo, che secondo l’imprenditore fa soltanto i propri interessi.

LEGGI ANCHE >>> Patrimoniale, si va verso il prelievo sul conto corrente? Tutti gli indizi

LEGGI ANCHE >>> Allarme conto corrente: arriva patrimoniale, ma cos’è? Chi rischia?

La7, L’aria che tira: Imprenditore svela i segreti della patrimoniale

Cimmino invita poi a riflettere sul fatto che molti parlamentari hanno acceso un mutuo in questa legislatura, questo vuol dire che certe azioni drastiche non ci saranno mai perchè questa classe politica non è in grado di governare per il bene del paese e dell’imprenditoria.L’imprenditore su tutte le furie parla quindi dell’attuale situazione nel suo settore, dove c’è bisogno di lavorare e di ripresa, forte, c’è bisogno di far ripartire l’economia, cosa che a suo avviso questo Governo non è in grado di fare.