Sembra sempre più non essere più un tabù la parola ‘patrimoniale’ nel nostro Paese. L’economia che ristagna, pezzi di società ai minimi termini sembrano preparare il terreno per un prelievo di solidarietà.

patrimoniale
Fonte Pixaby

Ormai sembra non è essere più un tabù per la società italiana. In molti la chiedono e, in una situazione di crisi del genere, sembra che solo in pochi non la accoglierebbero in modo positivo. Stiamo parlando dello strumento della ‘patrimoniale’ ovvero un contributo di aiuto, di solidarietà di chi in questo momento ha molto di più per venire incontro alle esigenze di chi in questo momento non ha neanche quel che basta per sopravvivere.

Recentemente anche il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, partecipando alla trasmissione “Restart -L’Italia ricomincia da te” in onda su Rai Due si è detto personalmente d’accordo ad una forma di patrimoniale in quanto è necessario un sistema fiscale “più equo”. L’ex ministro alle finanze, l’economista Vincenzo Visco, intervenendo a Radio Cusano Campus ha spiegato che :”In una situazione come questa un’imposta su chi ha di più sarebbe ben accolta da tutti. In Italia riguarderebbe alcune migliaia di persone, ma poche. Io preferirei un’imposta sul patrimonio di tipo generale che si applicasse a tutti e con aliquote più basse. Io penso che piuttosto che prendersela con i pensionati, prendersela per una volta con i ricchi non sarebbe sbagliato”.

LEGGI ANCHE >>> Patrimoniale sul conto corrente: l’incubo ad alto rischio, quanto c’è di vero?

Italia in crisi e strumento della patrimoniale: cosa si prevede

patrimoniale
Fonte: Pixabay

Ma cos’è la patrimoniale? Non è altro che un contributo di imposta, di percentuale che deve essere fissata, sui beni mobili (conti correnti attivi, azioni, ecc) ed immobili (abitazioni, terreni, ecc) che viene detratto dal capitale detenuto da una determinata categoria di soggetti.

Negli ultimi venti anni questo strumento della ‘patrimoniale‘ è saltato agli onori della cronaca ad ogni Legge di Bilancio da redigere. Molto spesso paventata sempre da una precisa parte politica ma subito osteggiata e criticata da un’altra. In una situazione contingente dell’economia del Paese flagellata dalla pandemia è stata reintrodotta nel dibattito pubblico e politico e vedremo in futuro quali saranno le decisioni in merito.

LEGGI ANCHE >>> L’incubo della patrimoniale è sempre più reale: come colpirà il nostro conto corrente?