Le macchie d’olio sui vestiti sono molto comuni quando si cucina o si mangia ma niente paura, in pochi secondi si può rimediare a questo pasticcio.

macchie olio
Pixabay

Le macchie d’olio creano alone scuro sul tessuto poiché i grassi che lo compongono si propagano rapidamente lungo le fibre tessili. A seconda del tipo di tessuto e a seconda di quanto presto riusciamo ad agire ci sono metodi differenti e con efficacia diversa che si possono tentare.

Per rimuovere le macchie basta usare dei semplici ingredienti che sicuramente avremo a casa come: borotalco, il detersivo per piatti, l’alcool, il sale e le bevande gassate.

LEGGI ANCHE >>> Congedo di paternità, quanti giorni spetteranno nel 2021

Macchie d’olio sul vestito: come eliminarle con il deterviso per piatti

macchie olio
Pixabay

Se la macchia d’olio è molto profonda avete bisogno di 3 ingredienti: deterviso per piatti, acqua fredda e uno spazzolino.

Per prima cosa occorre bagnare la parte del capo macchiata e coprirla con il detersivo per piatti. Dopo qualche minuto, sulla macchia, si crearà della schiuma. Con uno spazzolino strofinate con movimenti circolari entrambi i lati del tessuto e risciacquate.

Per macchie d’olio fresche e meno profonde prova a passare il detersivo per piatti sulla macchia. Lasciatelo agire per una decina di minuti e risciacqua con acqua e aceto.

Macchie d’olio: come eliminarle quando sono ormai secche

In questo caso avrai bisogno di  alcool etilico a 90° che dovrà essere applicato sulla macchia  circa una decina di minuti.

Scaduti i 10 minuti occorre mettere e lasciare in ammollo il capo, con acqua e sapone, per mezz’ora. Strofinate fino a completa scomparsa della macchia, risciacquate e mettete il capo ad asciugare all’aria aperta.

Macchia d’olio su capo scamosciato, come rimediare?

Se avete macchiato d’olio un capo scamosciato il rimedio più efficace è il sale da cucina, che sia sale fino o grosso non importa.

Coprite la macchia con il sale e lasciatelo agire per circa 4 ore. Spazzolate il capo con un vecchio spazzolino e risciacquate il capo.

Macchie d’olio sul piumino? Il borotalco è la soluzione

Il borotalco è una delle soluzioni più utilizzate per rimuovere le macchie in cucina proprio per le sue proprietà assorbenti, trattandosi di una polvere.

Occorre spolverizzare sulla macchia il borotalco e lascialo agire per almeno mezz’ora.

Una volta che si sarà formata una sorta di crema, dovuta dall’assorbimento dell’olio, levare la sostanza con un cucchiaino.

Ripetere l’operazione nel caso in cui la macchia persistesse.

In alternativa al borotalco puoi provare anche con del sale o con amido di mais, seguendo lo stesso procedimento.

Togliere macchie d’olio con bevande gassate

Le bevande gassate sono usate come smacchiaoti perché l’ anidride carbonica che le compone è un potente smacchiaotre naturale.

Per utilizzare questo rimedio naturale riempi una bacinella con acqua e due bicchieri di coca cola o un’altra bevanda gassata. Lascia il capo in ammollo per circa un’ora e risciacqua utilizzando un detersivo per lavaggio a mano o in lavatrice.

Macchie d’olio? Ci pensa il ferro da stiro! Metodo senza risciacquo

Il ferro da stiro consente di togliere le macchie d’olio da ogni tessuto senza procedere a risciacquo.

Occorre: un ferro da stiro eun sacchetto di carta marrone, come quelli per il pane o della frutta.

Posiziona il sacchetto sulla macchia e accendi il ferro. Il calore riuscirà a trasferire l’olio dal capo al sacchetto di carta.

Ripeti più volte fino a completa rimozione della macchia.

Alcune accortezze: quando un capo ha una macchia d’olio non bisogna mai asciugarlo in asciugatrice ed evita di stirarlo! Il calore rende nuovamente visibile la macchia.

LEGGI ANCHE >>> “I nuovi poveri sono loro”, il tracollo economico e il rischio suicidi