Il Decreto Cura Italia dà la possibilità, ai governi locali, di posticipare o abolire il pagamento di alcune imposte, tra cui il bollo auto.

bollo auto
fonte Pixabay

Il bollo auto è una tassa sul possesso di un veicolo immatricolato in Italia ed iscritto al PRA.

Il bollo auto si paga anche se il veicolo non viene utilizzato quotidianamente, trattandosi di una tassa sul possesso e non sull’utilizzo, e deve avvenire entro il mese successivo a quello dell’immatricolazione del veicolo.

Quest’anno, però, molti potranno potranno evitare o posticipare il pagamento.

Molte Regioni, infatti, al fine di fronteggiare l’emergenza Covid-19, hanno deciso di rinviare o abolire i pagamenti per bollo auto e imposta provinciale di trascrizione (Ipt).

Attualmente, solamente l’Emilia Romagna ha concesso lo sgravio dei costi fissi di immatricolazione per il parco circolante ad alimentazione ibrida, per gli oneri pari o inferiori a 191 euro annui.

In questo caso, sarà possibile chiedere l’abolizione per tre anni del bollo auto.

Bollo auto: tutte le Regioni che hanno disposto il rinvio dei pagamenti

bollo auto
fonte pixabay

Se l’Emilia Romagna, ad oggi, è l’unica Regione ad avere abolito il pagamento del tributo per tre anni, anche altre Regioni si sono adoperate per il rinvio dei pagamenti:

Abruzzo, Calabria, Liguria, Marche – sospensione fino al 30 giugno, pagamento limite entro il 31 luglio.

Calabria, Liguria e Valle D’Aosta – sospensione fino al 30 giugno, scadenza fissata al 31 luglio 2020.

Campania – sospensione 1° giugno – 31 agosto, scadenza fissata al 30 settembre 2020.

Friuli Venezia Giulia, Lazio, Toscana, Veneto e Provincia autonoma di Bolzano – scadenza del pagamento prorogata al 30 giugno 2020.

Lombardia – sospensione 8 marzo – 30 settembre, scadenza fissata al 31 ottobre 2020.

Piemonte – sospensione fino al 31 maggio 2020, pagamento entro il 15 luglio 2020.

Sicilia – sospensione 8 marzo – 2 novembre, pagamento entro il 30 dicembre 2020.

Provincia autonoma di Trento – sospensione fino al 31 ottobre 2020, scadenza fissata al 30 novembre.

Per la Basilicata, il Molise, la Puglia, l’ Umbria, e la Sardegna non è stata prevista nessuna proroga di pagamento  del bollo auto.