Grave lutto nella redazione del Tg1. L’annuncio dato nell’edizione delle 13:30 del 1 novembre della rete ammiraglia Rai che ha emozionato anche la conduttrice.

Lutto al Tg1
Frame annuncio morte Roberta Quaresima nell’edizione delle 13:30 del 1 novembre del Tg1

Un grave lutto ha colpito la redazione del Tg1. Nell’edizione delle 13:30 dello scorso 1 novembre, la conduttrice Valentina Bisti ha avuto l’ingrato compito di annunciare in diretta la morte della giovane Roberta Quaresima.

Una laurea nel 2010 all’Università Sapienza di Roma, Roberta Quaresima, dal luglio 2008 era responsabile di segreteria di direzione. “Aveva reso migliore il lavoro di tutti noi ed è stata un esempio per il coraggio con il quale ha affrontato la malattia. La ricordiamo con tanto affetto e siamo vicini al dolore dei familiari”, ha affermato Bisti in diretta nel corso dell’edizione meridiana del tg.

LEGGI ANCHE >>> Rai Sport e Rai Storia salvi, l’azienda “Nessuna volontà di chiuderli o accorparli”

Lutto Tg1, l’annuncio di Bisti ed il ricordo di Mollica

E’ stata la giornalista Valentina Bisti, quindi, verso la conclusione dell’edizione delle 13:30 a darne il triste annuncio in diretta con la voce rotta dall’emozione:”“Un gravo lutto ha colpito tutti noi del Tg1, si è spento il sorriso della nostra collega Roberta Quaresima da tanti anni responsabile della segreteria di direzione. Con la sua umanità e la sua bravura – ha concluso Bisti visibilmente emozionata – aveva reso migliore il lavoro di tutti noi ed è stata un esempio per il coraggio con il quale ha affrontato la malattia. La ricordiamo con tanto affetto e siamo vicini al dolore dei familiari»

A dare l’ultimo saluto a Roberta Quaresima anche Vincenzo Mollica, per anni responsabile della redazione Spettacoli del Tg1, che sulla sua pagina Facebook ha scritto:”Addio a Roberta Quaresima persona speciale, sincera, leale, vera. Grande umanità e grande cuore. Lavorava con dedizione e passione al Tg1. Ci lascia una grande lezione: sorridere sempre alla vita soprattutto nella sofferenza. Ciao Robertina”.

LEGGI ANCHE >>> Rai Sport e Rai Storia salvi, l’azienda “Nessuna volontà di chiuderli o accorparli”