Sono passati più di dieci anni da quando il mondo venne falcidiato dalla crisi economica. Da allora, molte cose sono cambiate. L’economia riprese a fatica a galoppare, anche se non per tutti. Nonostante la fase attuale di rallentamento economico, il 2019 si preannuncia importante per il futuro del settore bancario. L’avvento di nuove tecnologie, come l’IA (Intelligenza Artificiale), può dare vita ad una profonda rivoluzione nel rapporto tra banche e correntisti. Vediamo in che modo.

Condivisione dei dati

Grazie ai nuovi regolamenti direttamente ispirati all’Open Banking, la tradizionale offerta retail è stata frammentata. La creazione di interfacce comuni e piattaforme di condivisione ha come scopo quello di facilitare la competizione del settore bancario grazie alla disponibilità comune dei dati sulla situazione finanziaria di una persona.

Quindi, nel 2019 ci si aspetta l’ingresso sul mercato di nuovi operatori non bancari, i quali mireranno a creare un’offerta che preveda l’aggregazione dei conti correnti e i servizi di back office.

Trasformazione digitale uguale nuovo business

Ispirandosi alle aziende tecnologiche, le banche hanno iniziato a raccontare bellissime storie ai loro investitori, le quali raccontano su come, in futuro, la loro evoluzione sarà talmente enorme da trasformare completamente il modello di business. Grazie a questa nuova prospettiva, basata sulla trasformazione digitale, le banche incrementeranno i prezzi dei servizi offerti più del 50%.

Nel 2019, le banche saranno chiamate a dimostrare maggior investimento, ambizione e creatività equivalgono ad una maggiore redditività. Se dovessero fallire, verrà dimostrato che non sempre un business nuovo è più redditizio del vecchio sistema tradizionale.

Sfruttare maggiormente l’Intelligenza Artificiale

In che modo l’Intelligenza Artificiale sta cambiando il settore bancario? Attraverso i chatbot, gli assistenti vocali (Verbal AI) ed i financial digital assistant. Tutte cose che aiutano la clientela nella gestione oculata delle proprie finanze attraverso dei suggerimenti mirati, i quali vengono inviati in chat sullo smartphone. Naturalmente, le banche non si fermano a questo. In realtà, il loro intento è quello di sfruttare al massimo le potenzialità di IA.

Ad esempio, i i financial digital assistant, oltre a dare i classici consigli, potranno richiamare all’attenzione dell’utente alcune questioni che riguardano le sue finanze, come ad esempio una bolletta della luce più alta di quella dei vicini. A quale scopo? Poter offrire delle alternative migliori e meno onerose.