La Nutella è uno dei prodotti alimentari più amati al mondo, nonché un nome dietro cui si nasconde una multinazionale italiana ormai molto potente e collaudata. Per quanto goda di una forte presenza sul mercato e di una indubbia autorevolezza, ora Nutella si ritrova a dover affrontare una vera e propria grana: la Ferrero, azienda produttrice, si è vista costretta a prendere una decisione molto importante!

In uno degli stabilimenti Nutella siti in Francia sono state rinvenute delle grosse anomalie. Per questo motivo la compagnia ha deciso di sospendere temporaneamente la produzione della crema di nocciole più amata al mondo, anche se la ragione precisa di questo colpo di scena è stata debitamente tenuta in segreto.

Non si sa insomma per quale motivo la Ferrero abbia optato per la sospensione della produzione, ma certo è che per aver preso una decisione di un tale peso, qualcosa di neppure così poco conto dovrà pur essere accaduta! Questo perlomeno è ciò che pensano i più scettici, mentre la versione ufficiale dell’azienda appare molto meno catastrofica (ma al contempo molto più vaga) di quanto possa sembrare: la sospensione della produzione sarebbe dovuta ad un problema di qualità riscontrato durante un controllo interno.

Per il momento ci sono in corso delle indagini, ma pare che la questione abbia a che fare non con dei prodotti finiti, quanto invece con dei componenti che servono per la produzione di Nutella e Kinder Bueno. Ferrero ha comunque tranquillizzato i consumatori: “Questo episodio non interessa alcun prodotto sul mercato. Le forniture andranno avanti come sempre”.

Lo stabilimento francese che è finito sotto inchiesta produce una media di 600mila barattoli di Nutella al giorno, cioè un quarto della produzione mondiale. Forse è anche per questo che la notizia ha avuto un certo risalto in tutto il mondo: quello sito in Normandia è uno dei più grandi stabilimenti di produzione marchiati Ferrero.