Notizia di pochi giorni fa è che l’Agenzia delle Entrate, facendo una prima analisi sull’avvio dell’era della fatturazione elettronica, ha parlato di un avvio che è stato assolutamente positivo. Il sistema, ci ha fatto sapere il Fisco, non ha registrato alcun problema tecnico e tanto meno rallentamenti di sorta.

Il Codacons però è di tutt’altro avviso, anzi, nelle ultime ore l’associazione dei consumatori ha parlato di un “caos fiscale” che sarebbe nato proprio con l’entrata in vigore della fattura elettronica obbligatoria. “Anche se l’Agenzia delle Entrate nega l’accaduto, c’è stato un malfunzionamento che ha colpito la piattaforma dedicata alla fatturazione elettronica, e il fatto è sotto gli occhi di tutti.

Bisogna cominciare a pensare alla sicurezza degli utenti”. Il Codacons ha chiesto che gli organi preposti facciano il possibile per mettere un freno al “caos fiscale generato dalle nuove norme”. Nel frattempo, hanno aggiunto dal Codacons, “si è deciso di presentare un esposto per interruzione di pubblico servizio”. Inoltre, la richiesta è di “prorogare i termini per l’invio della documentazione, stanti gli intoppi rilevati nei giorni scorsi da moltissimi utenti nel sito dedicato alla fatturazione elettronica”.

Per assistere cittadini, professionisti e imprese, e aiutarli ad orientarsi meglio in questo nuovo sistema, il Codacons ha attivato un servizio di consulenza telefonico che permetterà appunto a chiunque dovesse averne bisogno di essere aiutato con la e-fattura. I fiscalisti dell’associazione, hanno precisato dal Codacons, “risponderanno a qualsiasi domanda il mercoledì e il giovedì e forniranno informazioni anche inerenti a quanto i contribuenti possono o non possono fare in riferimento alla nuova normativa, quindi stralcio delle cartelle esattoriali, rottamazioni, definizioni delle liti pendenti, e così via”.