La cessione del quinto è uno strumento spesso utilizzato da lavoratori e pensionati per ripagare un prestito che si è ottenuto. Come dice il nome stesso, si tratta di una trattenuta diretta di un quinto dello stipendio o della pensione, laddove questo quinto corrisponde appunto alla rata da rimborsare alla banca o alla finanziaria che hanno erogato il prestito.

La cessione del quinto prevede che l’addebito sia automatico, perché è direttamente il datore di lavoro o l’Inps a trattenere i soldi e a dirottarli alla banca: il dipendente o il pensionato che sia, molto semplicemente, percepirà quattro quarti della propria mensilità.

Attenzione però, perché la cessione del quinto non può essere richiesta da tutti. Nel caso dei pensionati, per esempio, questo strumento viene concesso nel caso in cui si disponga di una pensione da lavoro: la cessione del quinto in pratica non può essere applicata su pensioni e assegni sociali, di invalidità civili e su assegni per l’assistenza per l’inabilità. Non è possibile neppure applicarla sulle pensioni con contitolarità per la quota parte non di pertinenza del soggetto che richiede la cessione. Tutti gli altri pensionati invece possono richiedere la cessione del quinto molto tranquillamente.

Per effettuare la richiesta bisogna rivolgersi direttamente alla banca o alla finanziaria che erogano il finanziamento, in quanto saranno proprio loro a controllare che vi siano condizioni e requisiti necessari. In genere, comunque, la cessione del quinto non si applica su finanziamenti più lunghi di 10 anni e prevede l’obbligatorietà di una copertura assicurativa per il rischio di premorienza del titolare.

Attenzione però, perché prima di andare in banca occorre che il pensionato si rivolga alla sede Inps più vicina per farsi rilasciare la comunicazione di cedibilità della pensione. Si tratta di un documento tramite il quale si riporta l’importo mensile che la rata del prestito non può superare. Tale comunicazione va poi data alla banca che effettuerà gli opportuni controlli e che delineerà un piano di rimborso conseguente.