E’ Crotone la città che godrà maggiormente dell’introduzione del reddito di cittadinanza. Qui, quasi una famiglia su quattro rientra nei criteri definiti dal governo per accedere al reddito di cittadinanza.

Nel capoluogo di provincia calabrese, infatti, quasi una famiglia su quattro dispone di un Isee inferiore a 9mila euro e rientra così in quella fascia di persone che dovrebbero percepire l’assegno. Dai dati pubblicati dal Sole 24 Ore emerge che a Crotone dovrebbe percepire il reddito di cittadinanza il 27,9% della popolazione locale. Numeri alti anche a Napoli, Palermo e Caltanissetta, dove al sussidio dovrebbero riuscire ad accedere un quinto delle persone.

Chi invece non userà quasi per niente il reddito di cittadinanza, e quindi sostanzialmente finirà solo per finanziarne le risorse, è la città di Bolzano: qui risponde ai requisiti del reddito di cittadinanza solo una famiglia su 40; allo stesso modo, neppure Belluno e Sondrio godranno particolarmente dell’entrata in campo della misura: solo una famiglia su 30 ne verrà coinvolta.

Secondo Il Sole 24 Ore, la maggior parte dei potenziali beneficiari del reddito di cittadinanza si trova in provincia di Napoli (circa 230mila famiglie interessate); seguono Roma (173.200), Milano (103.600), Palermo (100.800) e Torino (95.900). E’ chiaro però che queste cifre vanno rapportate alla popolazione locale, quindi a Napoli e Palermo l’incidenza supererebbe il 20%, mentre a Torino e Roma sarebbe del 9% circa; a Milano, invece, non arriverebbe a toccare neppure il 7%”.

In ogni caso, esattamente come era stato previsto, il reddito di cittadinanza, qualora verrà mai introdotto, finirà con l’interessare maggiormente Sud e Isole.