Se avete deciso di partire per le vacanze estive con la vostra auto al seguito, dovrete necessariamente prestare attenzione al fattore carburante. Dopotutto quando i km da percorrere sono parecchi, stare attenti alla spesa del carburante è quasi un obbligo se non si vogliono sprecare troppi soldi. Vediamo quindi come si può risparmiare qualcosina sul pieno di benzina o gasolio con qualche semplice accorgimento.

Prima di tutto fareste bene ad evitare di fare rifornimento in autostrada, visto che le stazioni di servizio che costellano le autostrade applicano prezzi mediamente superiori del 9-10% rispetto a quelli che trovereste nei centri urbani. Il rincaro non è solo dovuto al fatto che “ci marciano sopra” perché siete quasi costretti a rifornirvi in quelle stazioni di servizio, ma anche al fatto che in autostrada ci sono costi di gestione più elevati (tra cui royalties più alte, costi di distribuzione più alti e maggiorazioni di prezzo dovute al funzionamento h24 degli impianti).

Quindi fare il pieno prima di entrare in autostrada o quanto meno ricorrere ai self service è senz’altro una buona idea: nel caso specifico dei fai da te, il prezzo del carburante può essere anche di 10-15 centesimi inferiore rispetto al prezzo applicato “alla cassa”. Sempre su questa lunghezza d’onda è raccomandabile rivolgersi ai distributori no brand, cioè non legati a compagnie petrolifere particolari, perché nella gran parte dei casi applicano prezzi più convenienti.

E’ una buona idea anche scaricarsi un’app che localizzi i distributori di carburante a voi più vicini, mettendovi in chiaro sin da subito i prezzi che trovereste recandovici: di app di questo genere ce ne sono molte, e sono comode perché potete sapere anticipatamente dove trovare il prezzo migliore nella vostra zona. Infine, abbiate cura di tenere a modo la vostra auto, perché una corretta lubrificazione, una corretta pressione dei pneumatici e una guida “tranquilla” sono alla base del risparmio.