“Vacanze taormina 2018”, “b&b economici a Taormina”, e così via: queste sono solo alcune delle parole chiave che molti italiani vanno cercando su Google per pianificare la loro vacanza estiva. Proprio così: la cittadina siciliana è una delle mete più gettonate di questa stagione. E ci si va pure a costo di dover richiedere prestiti per vacanze.

Anche uno studio condotto da Sicilia Vacanze ci dice che il numero dei turisti che approdano in queste terre è in aumento del 15%; le previsioni parlano peraltro di una ulteriore crescita che entro fine anno batterà quota +8%. E si badi bene che non sono solo italiani, perché tra i turisti che più ci si aspetta di veder arrivare rientrano anche gli inglesi, seguiti da francesi, spagnoli, tedeschi e americani.

Ma dove soggiorneranno? La scelta prediletta è quella di hotel e b&b Taormina, capaci di coniugare la comodità all’economicità, mentre solo una piccola percentuale di chi arriva pare aver scelto agriturismi e campeggi.

Un altro dato interessante riguarda l’aumento del crocierismo. Lo storico porto di Taormina, che da sempre riveste un ruolo cruciale per lo sviluppo economico e commerciale della cittadina, sta prepotentemente tornando al centro di tutto. Infatti il turismo crocieristico, quest’anno, sarà una vera e propria rivelazione, e permetterà non solo di veder aumentare l’afflusso turistico su Taormina, ma anche sulle località vicine e importanti come Messina. Merito anche di compagnie crocieristiche che hanno lavorato molto per proporre ai consumatori delle offerte allettanti sia nella proposta di intrattenimento che nel prezzo.

Insomma, l’indotto che lavora su Taormina e dintorni si aspetta grandi cose da questa estate. E le aspettative sono alte non solo da parte di albergatori, ristoratori e commercianti, ma anche da parte di chi ha deciso di affittare la propria casa o anche solo una stanza sui circuiti della gig economy (come Airbnb e Homeaway). Il tutto a riprova di come l’Italia, quando sa sfruttare il proprio potenziale, è capace di grandi cose.