Esenzione bollo auto: ecco a chi spetta (e in quali termini)

Il bollo auto rappresenta uno dei balzelli più odiati dagli italiani ed è né più né meno che una tassa di possesso. Una tassa che viene naturalmente aplicata ai veicoli iscritti al PRA, indipendentemente dal fatto che circolino o meno: già il solo avere un veicolo iscritto al pubblico registro fa scattare l’obbligo del pagamento del bollo auto. Tuttavia, nonostante si tratti di una tassa onerosa e piuttosto fastidiosa, esistono diverse categorie di automobilisti che possono pagarla o in parte o non pagarla per niente.

L’esenzione bollo auto è riconosciuta innanzitutto agli invalidi. Quindi hanno diritto a non pagare il balzezzo gli invalidi che hanno una capacità motoria fortemente limitata e che si avvalgono di veicoli adatti alle loro specifiche esigenze (la disabilità del soggetto beneficiario deve però essere stata riconosciuta quale reale e permanente dalla Commissione Medica Pubblica).

Per ottenere l’esenzione è necessario che il veicolo sia intestato al conducente disabile oppure alla persona che ha a suo carico il disabile (e il disabile può risultare fiscalmente a carico di un altro soggetto solo se il suo reddito annuo non supera i 2.840,51 euro lordi. Inoltre bisogna sapere che l’esenzione vale solo su veicoli che hanno una cilindrata inferiore a 2000 nel caso del benzina e a 2.800 nel caso del diesel.

Dopo di che ci sono le auto storiche. Si definiscono tali i veicoli di interesse storico e collezionistico che sono iscritti in un apposito registro e certificati come tali, e che hanno almeno 30 anni di vita alle spalle. Occhio però perché non stiamo parlando di auto d’epoca, che sono tutt’altra cosa.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

(Semi)esenzione anche per le auto ecologiche: i veicoli elettrici, ibridi o alimentati a gpl o metano non sempre sono totalmente esenti dal pagamento del bollo auto, ma nella gran parte dei casi hanno comunque diritto a delle agevolazioni. Le auto elettriche sono esentate totalmente dal bollo auto per i primi cinque anni di vita, dopo di che pagheranno comunque un importo pari a 1/4 del totale; i mezzi a gpl e metano pagano sin da subito 1/4 della tassa, mentre le auto ibride hanno diritto ad una serie di sconti riconosciuti su scala regionale.