Bitconnect è una piattaforma dove chiunque vuole può investire denaro, ma di preciso com’è che funziona? Questa blockchain open source e peer to peer è nata seguendo il percorso tracciato dal Bitcoin, ma a differenza del Bitcoin mira più che altro al guadagno facile e “veloce”.

I fondatori che hanno dato vita a questo sistema, infatti, sono convinti del fatto che con Bitconnect si possono guadagnare tanti soldi in modo quanto più facile e veloce. Nello specifico, per investire in Bitconnect bisogna prima di tutto registrarsi alla piattaforma, depositare Bitcoin all’interno del proprio portafoglio e convertire gli stessi in Bitconnect seguendo il tasso di cambio del momento. Dopo di che ogni utente può decidere su quale investimento buttarsi scegliendo tra un ventaglio di quattro possibili scelte.

E’ chiaro però che più denaro viene investito, più alti saranno i bonus giornalieri e più breve sarà la durata del prestito stesso: ogni giorno, quindi, una percentuale dell’investimento fatto verrà accreditata nel proprio portafoglio Bitconnect in modo completamente automatico.

Sì, ma come fa ad esserci un guadagno per il semplice fatto che l’utente dichiara di voler investire la somma X sull’asset Y? Molto semplicemente, una volta settati i parametri di base sarà il bot ad effettuare l’investimento, per questo si parla di trading automatizzato e di guadagno “facile”: perché questo metodo di guadagno non presuppone una grande operatività da parte dell’utente.

In teoria il guadagno dovrebbe aggirarsi attorno all’1% giornaliero, per cui parliamo di cifre davvero importanti. Anche per questo, però, molti utenti non si fidano appieno del Bitconnect: a detta di molti trader, ma anche di osservatori e semplici curiosi, questo sistema è talmente tanto remunerativo che potrebbe rischiare di cadere dall’oggi al domani.