Le Borse europee chiudono con il segno più. Dopo una giornata trascorsa all’insegna dell’incertezza, i principali listini europei sono riusciti a fermarsi poco sopra la parità. Il Dax30 si è fermato a un +0.02%, il Cac40 ha chiuso in rialzo dello 0.16%, mentre il Ftse100 ha preso terreno per 0.3 punti percentuali.

Positiva anche Piazza Affari, dove il Ftse Mib si è attestato a quota 22.425 punti, con un avanzo dello 0.27% raggiunto dopo aver toccato un punto minimo di 22.319 punti.

Cosa sappiamo invece per quel che riguarda i prossimi sviluppi? Quel che sappiamo è che la prossima seduta sarà caratterizzata con ogni probabilità da un forte clima di attesa in vista di quel che uscirà dalla riunione della Federal Reserve e quindi dal discorso di Janet Yellen. Gli effetti di quanto verrà deciso nella Fed si vedranno già giovedì, per cui i mercati rimangono in attesa di questo importante aggiornamento.

Le previsioni, in ogni caso, parlano di una Fed intenzionata a lasciare i tassi di interesse all’interno di un range 1%-1.25%.

Tuttavia c’è anche chi parla di un momento ideale per poter riprendere una graduale discesa dei tassi, specie dopo tre anni in cui i tassi di interesse sono stati portati al rialzo. Anche perché il rischio di deflazione non sussiste e i tassi reali americani, ad oggi, sono troppo bassi (sono più bassi, per esempio, dei rendimenti del settembre 2014, cioè di quando il bilancio della Fed fermò di fatto la sua crescita).