Se non hai pagato una rata del mutuo, in genere, l’unica conseguenza è il pagamento degli interessi di mora.

Se, però, il pagamento ritarda (o non avviene proprio) entro un certo lasso di tempo indicato in contratto (nei mutui semestrali, in genere, è la scadenza della rata successiva, quindi 180 giorni), è facoltà della banca considerare il contratto risolto per fatto e colpa del debitore, con la conseguenza che essa potrà immediatamente richiedergli il capitale residuo e una parte degli interessi che devono ancora maturare quale penale.

Questo significa che, in assenza di immediata disponibilità finanziaria da parte del debitore, la Banca potrà agire sulle sue Garanzie, e cioè procedere a chiedere il dovuto a chi ha prestato, eventualmente, fideiussione oppure provvedere al pignoramento dell’immobile oggetto dell’Ipoteca, al fine di procedere alla sua vendita all’asta, al fine di ottenere il rimborso di quanto dovuto.