Trader ha guadagnato 200 milioni grazie al crollo delle Borse mondiali

168
trading

Se ne è parlato molto, anche perché il crollo delle Borse mondiali verificatosi la scorsa settimana non sarebbe certo potuto passare inosservato. America, Europa ed Asia (chi più, chi meno) si sono ritrovate a dover fare i conti con dei listini alquanto ballerini, e proprio questo improvviso tonfo ha fatto perdere ingenti quantità di denaro a coloro che in certi titoli ci avevano investito dei soldi.

Il crollo delle Borse però ha anche fatto guadagnare qualcun’altro, tanto è vero che alcuni player sono stati così scaltri a cavalcare l’onda che da quella faccenda ne sono usciti vittoriosi. E’ esattamente il caso di un misterioso trader che si fa chiamare “50 cent” e dietro cui potrebbe nascondersi la società di investimenti Ruffer (o almeno questo è quanto ipotizza il Financial Times).

Questo trader non ha fatto altro che scommettere sul rialzo dell’indice VIX, che è il cosiddetto “indice della paura” che schizza laddove si registrano fasi di estrema incertezza. Un indice che riflette quindi a pieno titolo il sentiment del mercato.

Ebbene, come c’era da aspettarsi, durante il crollo azionario verificatosi la scorsa settimana, l’indice VIX è balzato da 17,14 a 49, portandosi al massimo storico dal 2015. In pratica l’indice di volatilità, in quell’occasione, ha registrato un salto in avanti di oltre 100 punti percentuali. Contestualmente il Dow Jones ha bruciato più del 4% e la Borsa Italiana, dal canto suo, ha battuto quota -3%.

Il trader quindi non ha fatto altro che approfittare all’istante del crollo dell’azionario puntando sul rialzo dell’indice VIX, che a quel punto è effettivamente salito permettendogli di guadagnare la folle cifra di 200 milioni nell’arco di una settimana appena! Una cifra spropositata, tanto più se si considera che “50 cent” anche nelle settimane precedenti aveva guadagnato cifre folli, intascandosi la bellezza di 400 milioni. In un mese, in sostanza, si è portato a casa 600 milioni di dollari.