Ombrellone condiviso per risparmiare: Playaya porta la sharing economy in spiaggia

playaya

Memorizzatevi bene il suo nome perché ne sentiremo sicuramente parlare nel corso dell’estate. Stiamo parlando di Playaya, un’app che permette di affittare un ombrellone a prezzi stracciati, per una giornata o solamente per qualche ora, con un semplice click! L’idea è venuta a Stefano e Giulia, una coppia torinese che è tale sia nell’intimità che nel lavoro.

Dopo un anno di progettazione, i due sono riusciti a sviluppare un’applicazione che mette in contatto coloro i quali possiedono un abbonamento presso uno stabilimento balneare ma che per varie ragioni non riescono a sfruttarlo appieno (magari perché riescono ad andare al mare solo sporadicamente). Ebbene, questa app nasce proprio per dare loro la possibilità di non sprecare l’abbonamento che hanno sottoscritto e lautamente pagato.

Come? Molto semplicemente, Playaya mette in contatto queste persone con altre persone che sono alla ricerca di un ombrellone in spiaggia. In questo modo i possessori di un abbonamento presso uno stabilimento balneare possono mettere a disposizione il proprio ombrellone, così da farlo usare anche ad altri e al tempo stesso monetizzare il tutto. Playaya suggerisce anche il prezzo a cui l’utente farebbe bene a proporre il suo ombrellone, che generalmente ha un ribasso compreso tra il 30 e il 50% rispetto al prezzo di listino.

“L’idea che abbiamo avuto – racconta Giulia – è nata quando eravamo in Sicilia, dove mia cugina ci aveva prestato l’ombrellone che aveva preso in affitto in uno stabilimento attrezzato. Lei evitava il mare nelle ore più calde, per cui noi sfruttavamo le sue assenze per usare l’ombrellone. Di qui l’idea. Playaya non fa altro che dare la possibilità a chi lo desidera di recuperare in parte i costi del proprio abbonamento in spiaggia, offrendo il proprio ombrellone in sharing”.

Le transazioni che circolano su Playaya poggiano su piattaforma Paypal o su carta di credito, ed ogni martedì l’utente che affitta il suo ombrellone si vede accreditati i soldi dei vari affitti direttamente sul suo conto. Il tutto, a vantaggio anche dei gestori dello stabilimento balneare: “Molti stabilimenti hanno aderito entusiasti alla nostra idea. Ogni giorno acquisiamo nuove spiagge da tutta Italia”.