Gestione del denaro e trading

gestione-del-denaro-trading
Hello Next 300x250

Nel trading è molto importante svolgere una corretta gestione del denaro o di money management. Perché? Perché non basta investire parte del proprio capitale per farlo aumentare. Il rischio è dietro l’angolo ed è necessario ridurlo seguendo alcune tecniche di gestione già provate e collaudate da altre.

In questo modo ecco che le perdite vengono limitate, l’investimento è bilanciato e si cerca di evitare il fallimento. A nessuno piace questa parola ma la verità è che, con il trading online, non è difficile avvicinarsi a lui a piccoli passi o con un solo balzo. Tutto dipende da come si gestiscono le finanze che sono riservate a questo genere di attività.

Image Banner 300 x 250

Come prima cosa dovete studiarvi una bella strategia sul come guadagnare soldi con il trading. Se per esempio scegliete di buttarvi sulle opzioni binarie, studiatevi i grafici, imparate a leggerli, iniziate sin da subito ad appassionarvi dei vari andamenti del mercato. Tutto questo però deve essere seguito da una buona gestione del capitale. Sicuramente in tutto questo può esservi di aiuto un esperto di money management e le tante informazioni su Finanza – Monetizzando.com

Oggi invece, vogliamo offrirvi alcuni consigli per gestire bene il denaro nel trading online o almeno per partire con la giusta mentalità. Ricordatevi che il trading, diversamente da come qualcuno vuole farvi credere, non è per tutti (altrimenti chiunque lo userebbe come unica fonte di guadagno). Occorre studio, gavetta, consapevolezza del rischio e voglia di sperimentare e perdere qualcosa all’inizio.

4 consigli per la gestione del denaro

  • Partite da un capitale adeguato. Se avete come budget di partenza per provare solo 10 euro è difficile che riuscirete a fare i test iniziali e avviare una vera e propria professione. Quanti soldi avete? Quanti di questi siete disposti a rischiare e la cui eventuale perdita, non vi peserebbe granché? Bene, quella probabilmente è la cifra giusta con cui partire. Non dimenticatevi che si tratta di investimenti ad alto rischio.
  • Proteggete il capitale iniziale. Quando lo avete trovato dovete anche proteggerlo. Per riuscirci dovete investire poco in ogni singola operazione. Non esiste una cifra giusta ma secondo gli esperti non più del 5% del capitale posseduto riservato al trading. Potrebbe essere l’1% per esempio che su un’ipotetica cifra di 500€, equivalgono a 5€. Con questa strategia perdete poco e guadagnate poco, ma man a mano che aumentate il capitale, il valore delle scommesse sale e di conseguenza anche la velocità con la quale guadagnate. Altrimenti c’è una seconda strada, quella di investire sempre un importo fisso. Può essere 10€, 20€ o 30€. Dipende da quanti soldi avete a disposizione.
  • Studiate. L’ho già detto ma lo ripeto. Non improvvisatevi, non investite senza un criterio. Studiate sempre gli asset prima di tutto. Non abbiate fretta di iniziare. Dovete investire quando le probabilità di vincere sono superiori a quelle di perdere. Se non lo fate, state solo giocando d’azzardo.
  • Gestite bene i profitti. Il vostro scopo chiaramente è quello di ottenere dei profitti dai vostri investimenti. Cosa dovete farci? C’è chi decide di prelevarli e chi di lasciarli sul conto per far accrescere il capitale. Secondo me la soluzione migliore è quella di prelevare una parte e lasciare l’altra sul conto. Potete decidere voi in quale percentuale. Se non avete bisogno di soldi, potete anche decidere di non prelevare niente.

Perciò ecco, non mangiatevi tutti i soldi in poche operazioni. Soprattutto all’inizio è facile sbagliare, non analizzare bene. Sono i tiri di rodaggio e dovete ancora prendere dimestichezza con il trading. Molto meglio eseguire tante operazioni con piccoli importi, così se da una parte perdete qualcosa e chiudete in negativo, dall’altra potete chiudere in positivo e rifarvi.

Il primo passo per iniziare a guadagnare è mantenere il capitale iniziale. Per riuscirci, dovete studiare un piano d’azione preciso. Dovete diversificare gli asset, impostare una spesa massima per ogni azione, testare le strategie, non farsi influenzare dai media, va incrementata anche l’esposizione su un titolo.