Bonus luce e bonus gas: risparmi notevoli ma in pochi li usano

bonus luce e gas

Il bonus gas e il bonus luce rientrano a pieno titolo nel pacchetto bonus Energia, introdotto nel dicembre 2007 mediante Decreto Ministeriale. Parliamo quindi di due bonus che sono presenti in Italia da diversi anni a questa parte, anche se i dati ci dicono che sono piuttosto pochi i consumatori che sanno della loro esistenza e che li usano per risparmiare sulle bollette.

Sia il bonus gas che il bonus luce sono destinati esclusivamente agli utenti domestici in difficoltà economica e vengono riconosciuti solo se è il diretto interessato a farne richiesta. Il fatto è che in pochi ne fanno richiesta un po’ perché non c’è adeguata informazione, e un po’ perché l’iter da fare per avvalersene è alquanto farraginoso e va ripetuto ogni anno anche se la situazione economica rimane immutata rispetto a quella vigente durante la prima richiesta. Tutto ciò ha fatto sì che degli aventi diritto, soltanto il 34% dei consumatori ha fatto richiesta del bonus energia e soltanto il 27% ha utilizzato le agevolazioni del bonus gas.

Tra l’altro dal 1 luglio 2018 è entrato in campo anche il bonus sociale idrico per la fornitura a prezzi agevolati dell’acqua; tale bonus consente di non pagare un determinato quantitativo di acqua a persona per anno, che le norme indicano in 50 litri al giorno a persona. In pratica, fino a questa soglia di consumo, essendo stata definita come quella necessaria al soddisfacimento dei bisogni essenziali, l’acqua viene erogata gratuitamente.

Ma nel caso del pacchetto Energia, quali requisiti bisogna soddisfare per usufruirne? Per ottenere i bonus gas e luce occorre avere un Isee non superiore a 8.107,50 euro, che nel caso di nuclei familiari con più di tre figli a carico diventa di 20.000 euro.

Lo sconto applicato sulla bolletta è variabile fondamentalmente a seconda della composizione del nucleo familiare: per una famiglia composta da 1-2 componenti, per esempio, lo sconto sulla luce è di 125 euro l’anno, che sale a 153 euro l’anno per nuclei composti da 3-4 persone. Lo sconto tocca i 184 euro se la famiglia interessata ha più di quattro componenti. Il bonus gas invece riconosce uno sconto compreso fra i 34 e i 273 euro a seconda del tipo di utilizzo, del numero di componenti del nucleo familiare e della fascia climatica a cui appartiene il Comune in cui si risiede.