Alitalia cancella il programma Millemiglia: 5 miliardi di miglia in fumo

alitalia

Se per caso doveste aver accumulato le miglia Alitalia tramite il programma Millemiglia, sappiate che questo vostro traguardo potrebbe risultare totalmente inutile. Anzi, togliete pure il condizionale di torno, perché è ormai cosa certa che Alitalia toglierà di torno il programma legato alle miglia percorse.

La compagnia sta sciogliendo il contratto con Millemiglia, il famoso programma fedeltà che premia i passeggeri più attivi, dando loro la possibilità di usufruire di tutta una serie di sconti sulla base dei chilometri percorsi con la compagnia aerea. E l’addio a questo programma, a conti fatti, significa bruciare in un battibaleno la bellezza di 5 miliardi di miglia per un controvalore di qualche decina di milione di euro.

Image Banner 300 x 250

Il Messaggero spiega che i commissari straordinari che stanno guidando Alitalia non hanno più intenzione di rinnovare il contratto Millemiglia stipulato con Alitalia Loyalty, la società che per tre quarti fa capo ad Etihad e che per il rimanente 25% appartiene alla procedura straordinaria. Ma allora cosa accadrà a chi ha già accumulato miglia?

I clienti Alitalia che le miglia le hanno già, molto probabilmente le perderanno (ma la cosa è ancora da definire), mentre è certo che le miglia nuove non verranno di fatto più accumulate. Ciò però non vuol dire che i clienti Alitalia non verranno più premiati sotto forma di servizi, privilegi e sconti, perché l’idea è proprio quella di accantonare Millemiglia in favore di un nuovo tipo di contratto.

Per quanto riguarda invece il futuro complessivo della compagnia, il governo ha intenzione di rilanciarla mettendoci nuovamente di mezzo la mano pubblica, che passerebbe ancora una volta per la Cassa depositi e prestiti, ormai divenuta il bottino da cui attingere per salvare l’insalvabile. L’ipotesi però non piace alle opposizioni, che stanno facendo notare come Alitalia sia in ripresa anche senza l’aiuto diretto dello Stato e di come quindi ci sia un potenziale “di mercato”.