A cosa serve l’estratto conto

18
estratto conto

L’estratto conto è il documento che riassume la successione delle operazioni di accredito e di addebito rilevate su un conto corrente in un determinato periodo di tempo. Il documento viene elaborato in diversi periodi dell’anno e spedito direttamente a casa di ciascun correntista, anche se oramai con l’internet banking c’è la possibilità di consultare l’estratto conto praticamente in ogni momento della giornata e del mese.

Resta però il fatto che l’estratto conto cartaceo inviato dalla banca è comunque più completo rispetto a quello presente nell’area personale del sito internet: il documento inviato a fine anno dalla filiale include oltre che le operazioni di accredito e di addebito, anche il calcolo degli interessi e dei costi dovuti. Dalla lettura del documento c’è infatti la possibilità di prendere atto dei costi di tenuta conto, delle commissioni relative ai servizi accessori e dell’indicatore sintetico di costo.

L’estratto conto è insomma un documento molto utile per avere informazioni inerenti il proprio conto corrente. Nella sezione dedicata ai movimenti, le operazioni sono ordinate cronologicamente, mentre nel riassunto scalare si trovano la successione dei saldi, positivi e negativi, determinati sulla base delle date valuta delle singole operazioni rilevate sul conto.

L’estratto conto permette anche al correntista di notare eventuali inesattezze: in questo caso gli vengono dati 60 giorni di tempo per poter fare ricorso.