Guadagnare 3.000 Euro al mese senza un ‘pezzo di carta’: ti stanno aspettando

È davvero possibile guadagnare 3.000 Euro al mese anche senza una Laurea o un diploma? La risposta è sì. Ecco le figure professionali richiestissime.

Avere un diploma, una specializzazione o una Laurea sono sicuramente ottime carte per trovare un buon impiego. Ma ci sono alcuni lavori, tra l’altro richiestissimi, per cui non è necessario aver studiato tanti anni. Ecco le opportunità di oggi.

assunzioni
adobe

È sempre un buon momento per cercare un lavoro o migliorare la propria posizione. Sebbene si pensi chi in Italia il lavoro scarseggi, in realtà l’offerta è ampia. Solo, bisogna guardare nella giusta direzione. Ci sono dei comparti in cui si registra notevole “sofferenza”: è lì che bisogna puntare e sperare di ottenere un guadagno di tutto rispetto.

I settori dove guadagnare tanto anche senza Laurea

Basta dare un’occhiata alle nuove tendenze dei consumatori per capire che ci sono interi settori che hanno aumentato l’operatività. Pensiamo ad esempio al massiccio incremento che ha avuto l’acquisto online. Non solo a causa della pandemia, ma anche per un vero e proprio cambiamento culturale. Di conseguenza, i settori logistici e quello dei trasporti devono far fronte a tutti questi ordini.

In un recente report stilato da Conftrasporto è emersa una massiccia carenza di personale. Sono almeno 20.000 le figure professionali necessarie nel comparto e che mancano all’appello. Tra le altre cose, i lavoratori di questo settore cominciano a percepire più di 2.000 Euro al mese anche come new entry, e le prospettive di crescita sono ampie. In poco tempo, è possibile arrivare a guadagnare anche più di 3.000 Euro al mese. Ma com’è possibile? Andiamo a scoprirlo.

Quanto può arrivare a guadagnare un camionista

In generale, un autotrasportatore alle dipendenze di una ditta guadagna già il 15% in più rispetto ad altri lavori in cui non sia richiesta una Laurea. Non solo, a seconda dell’azienda e del settore, lo stipendio può salire vertiginosamente. Questo perché il lavoro di camionista è certamente considerato – e a ragione – impegnativo e stressante. Ma la fatica viene ripagata abbondantemente.

Chi non ha problemi a far diventare l’asfalto la sua casa, potrà ricevere grandi soddisfazioni da questo lavoro. Non va sottovalutato altresì il fattore “avventura”; un camionista viaggia spesso anche all’estero, il che si traduce sicuramente in un accrescimento personale non di poco conto. E ovviamente, più chilometri macina, e più alto sarà l’assegno a fine mese. Parliamo di cifre che variano dai 1.800 Euro netti che possono arrivare tranquillamente a superare i 3.000. Niente male, per chi non ha avuto la possibilità di continuare gli studi.

I pro e i contro di un mestiere faticoso

Valutando le opportunità del momento, si può arrivare a guadagnare davvero molto diventando un camionista. Certo, non è un lavoro proprio adatto a chiunque. Inoltre, solo per prendere la Patente Speciale che serve per guidare “i bolidi della strada” ci vogliono almeno 2.000 Euro. Ma si tratta di un investimento che può garantire una buona sicurezza economica futura. Inoltre, le spese per la patente possono essere rateizzate, si può chiedere un prestito, e quindi smaltire comodamente la spesa senza far soffrire troppo il portafogli.