Dopo il Festival di Sanremo, i Maneskin hanno vinto anche all’Eurovision Song Contest 2021. Ecco chi sono i quattro componenti della band che hanno riportato l’Italia sul tetto d’Europa.

Fonte: Facebook

Diventati noti al grande pubblico grazie alla partecipazione nel 2017 ad X-Factor, i Maneskin sono riusciti a costruire nel corso degli ultimi anni una carriera ricca di soddisfazioni. Tra le band più seguite e conosciute del mondo della musica nostrana, hanno calcato il palco dell’Ariston, riuscendo ad aggiudicarsi la settantunesima edizione del Festival di Sanremo. Una vittoria che ha permesso alla band di rappresentare il nostro Paese all’Eurovision Song Contest 2021, con la finale che ha avuto luogo sabato 22 maggio presso la Ahoy Arena di Rotterdam.

Un evento che, come al solito, ha attirato l’interesse di un gran numero di persone. A vincere quest’anno è stata proprio l’Italia grazie ai Maneskin e il loro brano Zitti e Buoni. Una vittoria che fa sicuramente bene al nostro Paese e che sembra essere uno dei capitoli della favola di questa band. Partiti qualche anno fa dalle strade di Roma, i quattro componenti dei Maneskin sono riusciti a raggiungere in poco tempo l’apice del successo. Entriamo quindi nei dettagli e vediamo chi sono.

LEGGI ANCHE >>> Damiano David dei Maneskin, quanto guadagna il cantante di Zitti e Buoni

La favola dei Maneskin, dagli spicci nelle strade di Roma ai milioni: chi sono i vincitori dell’Eurovision 2021

Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images

Tra le band più famose e seguite, i Maneskin fino a soli 5 anni fa non esistevano. All’epoca, infatti, erano degli studenti con una grande passione per la musica e voglia di esibirsi. Proprio per questo motivo Damiano David decise di contattare Victoria De Angelis che, solamente qualche anno prima, aveva deciso di allontanarlo da una band. Il motivo? Come spiegato dalla stessa De Angelis, così come si evince da Il Corriere della Sera: “Alle medie avrò messo in piedi una decina di gruppi e in uno dei primi c’era Damiano. Ci chiamavano The Third Room perché suonavamo un aula 3. Ahimè ci sono dei file su Soundcloud che andrebbero eliminati… Facevamo metal e Damiano voleva fare cose più pop. Lo abbiamo allontanato“.

Nessun rancore, fortunatamente, tra loro. Tanto da decidere nel 2016 di formare proprio i Maneskin. Il gruppo, ricordiamo, è composto da:

  • Damiano David alla voce, nato l’8 gennaio del 1999;
  • Victoria De Angelis al basso, nata il 28 aprile del 2000;
  • Thomas Raggi alla chitarra, nato il 18 gennaio 2001;
  • Ethan Torchio alle percussioni, nato l’8 ottobre 2000.

Il nome della band deriva dalla lingua danese, lingua originaria della bassista, e significa “chiaro di luna“. Da quel momento in poi hanno iniziato ad esibirsi presso Festival di musica indipendenti o sulle strade di Roma. La stessa band, sui social, ha pubblicato una foto di quando suonavano in via del Corso, a Roma, con il fodero della chitarra utilizzato per raccogliere le monete dei passanti. Proprio grazie a queste monete sono riusciti a pagarsi  lo studio di registrazione.

Nel 2017 la svolta. I Maneskin riescono a farsi conoscere e apprezzare dal grande pubblico grazie alla partecipazione ad X Factor. Arrivano secondi, ma riescono ugualmente a dare il via ad una carriera ricca di soddisfazioni. Firmano un contratto discografico con la Sony Music, pubblicando così l’album Chosen. Il 2018 esce il singolo Morirò da re, certificato doppio disco di platino. Nel 2021 calcano il palco dell’Ariston riuscendo a vincere il Festival di Sanremo con Zitti e Buoni. Proprio grazie a questo brano si aggiudicano anche l’Eurovision Song Contest 2021.

LEGGI ANCHE >>> Eurovision, i Maneskin trionfano: quanto guadagna il vincitore (VIDEO)

Una vittoria che ha portato con sé anche delle polemiche, con Damiano David che si è volontariamente sottoposto a un test antidroga dopo essere stato accusato di aver fatto uso di cocaina in diretta durante il Festival della canzone europea. Come comunicato dall’EBU, che organizza l’evento, il test è risultato negativo. Il cantante ha messo così a tacere tutte le voci in merito, potendosi godere appieno un successo meritato con gli altri componenti della band. Una vera e propria favola, che vede i Maneskin partire dalle strade di Roma riuscire a raggiungere in poco tempo il tetto d’Europa.