Non solo le quasi introvabili Lire possono fare guadagnare un bel pò di soldi, ma anche gli euro, soprattutto le monete. Ecco perché.

I numismatici sono a caccia soprattutto di vecchie Lire italiane, ma anche di dollari o di sterline che se in perfetto stato, possono valere davvero tantissimo. Ma da qualche tempo a questa parte, hanno iniziato a prendere valore anche i ‘neonati’ Euro. Neonati si fa per dire ma una moneta che ha solo 20 anni non si può certo definire di antiquariato.

La realtà è che come succede spesso, al momento del conio c’è stato qualche errore che ha reso uniche alcune monete, e altre hanno un valore molto alto perché magari testimoni di un avvenimento importante. Ricordiamo come sempre che il valore di una moneta dipende comunque anche dallo stato in cui si trova, se è stata utilizzata troppe volte e porta i segni dell’usura.

LEGGI ANCHE >>> Se possiedi queste 5 Lire puoi guadagnare delle cifre impensabili

LEGGI ANCHE >>> Se hai queste 10 lire le trasformi magicamente in 6mila euro

Gli Euro da collezione: dai 2mila della Mole ai 50 di Vienna

In Italia la moneta che vale in assoluto di più è quella da 1 centesimo raffigurante la Mole Antonelliana, simbolo di Torino. Sì, perché il monumeto è raffigurato nella moneta da 2 centesimi, per sbaglio è finita anche in quella più piccola. Chi dovesse trovarne una, può andare in banca: il valore di questa piccola moneta è salito a 2mila euro.

Esiste anche una moneta da 100 euro. Coniata nel 2004 dedicata alla Filarmonica di Vienna. Il valore stabilito dai collezionisti e dagli esperti può arrivare anche a 50mila euro. Queste particolari monete sono utilizzate anche come prodotti da investimento.

Un’altra moneta preziosa è quella dei 2 Euro Monaco. Coniata nel 2007, ad oggi il suo valore ha raggiunto la considerevole cifra di 3mila euro. Non ci resta che controllare bene nei nostri salvadanai.