Una favola di Natale quella del disoccupato che viveva per strada e ha vinto due milioni con un grattino Turista per Sempre.

Gratta e Vinci: fortunato porta a casa 50mila euro
Gratta e Vinci (Fonte foto: web)

E’ Natale, e la storia di un disoccupato che viveva per strada dopo avere perso il lavoro, sembra la trama scritta apposta per questo giorno speciale. Ma è successo davvero e oggi quell’uomo ha una bella casa e tanta serenità: una vita ritrovata dopo tanti sacrifici e tante sofferenze. Ha rischiato di non arrivarci a festeggiare perché quando si è accorto della grande vincita con un Gratta e Vinci Turista per Sempre, ha quasi perso i sensi dall’emozione.

Buon per lui che il titolare della tabaccheria dove aveva comprato il grattino, insieme con il figlio hanno ‘rianimato’ il fortunato. 2 milioni, al netto delle tasse 1.840.000 euro. La favola di Natale a Fabriano, ne Bar Centrale di Gianni Baroni. Un quarantenne, ex operaio, decide di acquistare alla tabaccheria quattro tagliandi da 5 euro ciascuno dei gratta e vinci. Si accomoda al bancone e appena si accorge che spuntano due loghi con la scritta magica (Turista per Sempre) inizia ad andare in confusione.

LEGGI ANCHE >>> Gratta e Vinci, colpo da urlo: la cifra impensabile che svolta la vita al 21enne

LEGGI ANCHE >>> Pensionato sbanca 100 mila euro al Gratta E Vinci, il fortunato vincitore

“Vincita troppo alta non pagabile” 2 milioni ad un disoccupato, la vita cambiata per sempre

“Adesso non devo più cercare un lavoro”, le prime parole del quarantenne dopo essersi ripreso dal piccolo malore e dalla grande gioia. Non credeva ai suoi occhi quando ha avuto la visione delle due scritte che confermavano il massimo della vincita. “Nel momento in cui ha riconsegnato il tagliando a me e mio figlio – spiegava Baroni – era ancora molto provato ed in cerca di conferme. Quando abbiamo inserito il biglietto nell’apposito apparecchio per riconoscere le vincite, è comparsa la scritta ‘importo troppo alto, non pagabile’.

“La vincita – fanno sapere dalla tabaccheria – risale ormai a un pò di tempo fa. Abbiamo volutamente tenuto la notizia riservata perché prima volevamo essere del tutto sicuri della maxi vittoria”. La certezza c’è la vita per il disoccupato è cambiata, a Natale e non solo, le favole esistono ancora.